R.A.T., Training Autogeno Respiratorio per le donne in gravidanza

La gravidanza rappresenta un momento estremamente significativo nella vita della donna, che sperimenta una condizione nuova tanto sul piano fisiologico e corporeo, quanto sul piano psicologico. Si tratta di un viaggio lungo nove mesi nel corso del quale vengono ristrutturate le abitudini alimentari, fisiche, i ritmi sonno-veglia e si mettono al bando le cattive abitudini (per esempio il fumo) allo scopo di creare il giusto spazio al nascituro, uno spazio corporeo, certo, ma anche mentale ed emotivo. Con il procedere della gestazione la donna sperimenta circostanze nuove, viene ammonita su pericoli potenziali, si sottopone con regolarità ai protocolli clinici, entra in contatto con conoscenze nuove che, se da un lato sono assolutamente proficue, dall’altro possono alimentare stati di ansia. Mi capita frequentemente, a studio, di trovarmi a “depatologizzare” i vissuti delle future mamme, che alle volte sviluppano paure e pensieri irrealistici sulla loro condizione e su rischi possibili. Occorre sempre tenere presente che le donne in gravidanza sono esposte a tutta una serie di variazioni ormonali che possono costituire il substrato per la formazione di angosce e credenze disfunzionali. In particolare, l’apice dell’ansia è rappresentato dall’approssimarsi del parto, un momento delicatissimo in cui la diade mamma-nascituro si sperimenta in un complesso passo a due. Il Respiratory Autogenic Training, un metodo più conosciuto con l’acronimo R.A.T. , è stato messo a punto da Umberto Piscicelli per la preparazione al parto delle future mamme e costituisce uno strumento efficace per la gestione dei vissuti ansiosi durante l’intero periodo della gravidanza. Si tratta di una rivisitazione degli esercizi della metodologia del Training Autogeno di Schultz, ripresa da Piscicelli allo scopo di sviluppare una procedura maggiormente indicata per le gestanti. Rispetto al Training Autogeno tradizionale, il R.A.T. si caratterizza per la significativa concentrazione sul controllo del respiro, una variabile in grado di condizionare significativamente la percezione del dolore durante il travaglio e il parto. In particolare, il R.A.T. consta di sette esercizi che integrano tecniche respiratorie, esercizi di rilassamento progressivo e tecniche immaginative.
L’obiettivo generale del R.A.T. è quello di sfruttare la funzionalità autogena tipica del tradizionale Training di Schultz per contrastare lo squilibrio emozionale in gravidanza e durante l’evento della nascita, differentemente dai metodi che prevedono l’etero-induzione. Infatti, con il termine “autogeno” si intende un processo che si genera da sé. La donna, dunque, arriva al parto equipaggiata della competenza di saper procedere all’autoinduzione del Training e risulta perfettamente in grado di esercitare un controllo, seppur parziale, sulla sua condizione psicologica e perfino sugli stati fisiologici. La gestante che ne fa richiesta può essere accompagnata in un percorso di comprensione e di auto consapevolezza da cui emerge la capacità di affrontare con la dovuta calma e serenità i cambiamenti psicologici ma anche quelli fisiologici legati alla gravidanza, al parto e ai primi stadi di accudimento del neonato. Pur non essendo completamente sovrapponibile all’ipnosi classica, il Training Autogeno Respiratorio è la tecnica di cui mi avvalgo nella preparazione psico-fisiologica delle future mamme, con risultati molto positivi. La futura mamma è accompagnata nella conoscenza dei 7 esercizi del R.A.T. in un contesto flessibile, nel rispetto dei suoi tempi, in setting individuale.
Per ottenere maggiori informazioni: +39 338/15 46 160 oppure marianovellagrimaldi@gmail.com

About
La passione che nutro per l'ipnosi è nata, per caso, circa 20 anni fa da quel momento in poi mi sono dedicata all’approfondimento delle tecniche, dei fenomeni e delle manifestazioni ad essa collegati. Grazie all'ipnosi, durante la mia esperienza clinica, ho visto persone timide tenere conferenze, persone balbuzienti parlare perfettamente in pubblico, persone affette dalla fobia per i topi accarezzarli, persone che non uscivano più di casa prendere l'aereo. Potrei continuare a raccontare altri episodi, ma penso che sia più utile evidenziare come tutti gli esempi fatti hanno un fattore in comune: la capacità acquisita o recuperata delle persone di riuscire ad uscire, grazie al rapporto terapeutico e all'ipnosi , dai propri schemi comportamentali vecchi e disfunzionali e comportarsi come se il problema fosse già risolto. L'ipnosi strategica, che uso nel mio lavoro, assieme ad altri tipi d'ipnosi, si rifà all'Ipnoterapia Ericksoniana, all'Ipnosi dinamica e all’Ipnosi regressiva. Dopo la Laurea in Psicologia – ind. applicativo – conseguita presso l’Università degli Studi di Roma “La Sapienza”, mi specializzo nella psicoterapia ad Approccio Breve Strategico, che si caratterizza per interventi brevi ed efficaci. Da anni utilizzo quotidianamente questo approccio insieme all’ipnosi, durante il percorso terapeutico l’attenzione non viene posta sul passato ma sul presente e sul futuro. Questo tipo di intervento si avvale di tecniche specifiche tra cui ricordo il Training Autogeno, la desensibilizzazione sistematica, l’ipnosi etc. In particolare l’ipnosi si è dimostrata un mezzo privilegiato per combattere l’ansia, affrontare disturbi alimentari e sessuali, contrastare la depressione e fronteggiare altri tipi di disfunzioni di natura psicologica come le ossessioni, l’insonnia e l’astenia. La psicoterapia ipnotica neo-ericksoniana, inoltre, valorizza le risorse interne dell’individuo, e grazie a ciò la persona mette in essere una ristrutturazione del suo mondo. La reale forza dell’ipnosi consiste nel permettere alla persona da un lato di accedere alla totalità delle sue risorse, dall’altro di sperimentare come sia possibile andare, senza l’aiuto di farmaci o di altre sostanze, al di là dei propri schemi comportamentali spesso obsoleti e disfunzionali. La psicoterapia ipnotica può essere applicata a bambini, agli adolescenti e agli adulti, e ai più svariati disagi e problemi, sempre rispettando la volontà del paziente. Oltre ad usare le tecniche di rilassamento e l’ipnosi in ambito clinico conduco presso l’Istituto per lo Studio Delle Psicoterapie corsi, riservati a medici e psicologi, per conduttori di Training Autogeno, Tecniche Ipnotiche e R.A.T.
Contact Us

We're not around right now. But you can send us an email and we'll get back to you, asap.

Not readable? Change text.

Start typing and press Enter to search