ANSIA PSICOSOMATICA E IPNOSI

In generale il termine ansia deriva dal latino anxius: -a, -um = inquietante, penoso; àngere = stringere, soffocare.
Il termine ansia comunemente utilizzato può riferirsi a varie situazioni che vanno da comuni espressioni emotive, fino a veri e propri disturbi psichici. E’ utile sapere che l’ansia può essere “buona”: quando non supera un elevato livello di intensità, in quanto, l’ansia ci permette di rimanere in allerta e vigili; quindi da una parte svolge una funzione protettiva e di adattamento nell’affrontare certe situazioni difficili e dall’altra svolge una funzione attivante, che ci spinge a migliorare la nostra prestazione, fornendo la concentrazione e la tensione necessarie per affrontare una determinata situazione.
L’ansia psicosomatica è una categoria di disturbo che può essere inserita in base al dettato del DSM V nella categoria che prende il nome di “sintomi somatici e disturbi correlati”.
La psicosomatica è una branca della psicologia clinica che è attenta a ricercare la connessione tra un disturbo del corpo ed un disturbo della mente ed è un campo della patologia che si colloca a metà strada tra la medicina e la psicologia e indaga la relazione tra mente e corpo e come le nostre emozioni possano incidere negativamente sul corpo.
Alcune volte i sintomi possono essere specifici o meno specifici, tanto da essere sottovalutati e solitamente sono il risultato di normali sensazioni corporee o lievi disagi che non costituiscono generalmente un fastidio significativo, in alcune persone solitamente sono presenti una serie di diversi sintomi somatici spesso ricorrenti e stressanti che alcune volte sono di notevole fastidio alla vita quotidiana, o si può riportare un solo sintomo che la maggior parte delle persone riportano come equivalente al dolore e che in alcuni casi non diventa spiegabile attraverso l’intervento medico, e si sperimenta una reale sofferenza legata alla sintomatologia.
L’interconnessione tra un disturbo e la sua causa d’origine psichica si riallaccia a una visione olistica del corpo umano, con la consapevolezza che mente e corpo sono strettamente legati in una unità psicofisica.
Negli ultimi trent’anni si è approfondita la ricerca in questo campo con nuove tecniche e tecnologie biomediche, che hanno l’obiettivo di chiarire la relazione tra funzionamento psicologico la secrezione di neurotrasmettitori a livello cerebrale, ormoni da parte del sistema endocrino e il funzionamento del sistema immunitario.
Le emozioni negative, come la preoccupazione, pensieri angosciosi, risentimento, rimpianto possono mantenere il sistema nervoso autonomo in uno stato di eccitazione con conseguente condizione di emergenza continua per il corpo, a volte per un tempo più lungo di quello che l’organismo è in grado di sopportare. I sintomi possono essere molto variabili spesso vengono riportate tensioni muscolari, nervosismo, tremore, sudorazione, giramenti di testa, palpitazioni, difficoltà di concentrazione, etc.
L’ipnosi in questo tipo di disturbi può essere di grande aiuto, le tecnica che viene utilizzata è chiamata  ipnoterapia, nelle sedute di ipnosi, attraverso il rilassamento guidato, lo psicoterapeuta fornendo stimoli, immagini ed evocando sensazioni guida il paziente ad allentare le proprie resistenze e a interrompere quei processi di difesa legati alla coscienza lasciando emergere pensieri, associazioni che permettono al paziente di dirigersi nella giusta direzione in linea con i suoi bisogni attuali per trovare le giuste soluzioni. Un processo in cui si rimane in uno stato naturale di coscienza dove la persona ha un ruolo attivo che gli permette di riscoprire le proprie risorse e le proprie potenzialità e di poterle utilizzare, così da poter riuscire a trovare la giusta strada per superare facilmente il proprio disagio.

 

Riferimenti Bibliografici

Hellmut Karle,Jennifer Boys, Guarire Con L’ipnosi 
Silvia Giacosa, Evoluzione personale e psicoterapia ipnotica
P. Giorgio Malesani, Michela Malesani, Autoipnosi. La gioia dentro

About
Dottoressa Maria Novella Grimaldi Da circa 20anni esperta di ipnosi strategica, ipnoterapia ericksoniana, ipnosi dinamica e regressiva. Laureata in Psicologia a indirizzo applicativo presso l’Università degli Studi di Roma “La Sapienza” e specializzata in Approccio Breve e Strategico. Da anni utilizzo quotidianamente questo approccio insieme all’ipnosi, durante il percorso terapeutico l’attenzione non viene posta sul passato ma sul presente e sul futuro. Questo tipo di intervento si avvale di tecniche specifiche tra cui ricordo il Training Autogeno, la desensibilizzazione sistematica, l’ipnosi etc. Oltre ad usare le tecniche di rilassamento e l’ipnosi in ambito clinico conduco presso l’Istituto per lo Studio Delle Psicoterapie corsi, riservati a medici e psicologi, per conduttori di Training Autogeno, Tecniche Ipnotiche e R.A.T. Mail: marianovellagrimaldi@gmail.com
Contact Us

We're not around right now. But you can send us an email and we'll get back to you, asap.

Not readable? Change text.

Start typing and press Enter to search