Ipnosi per il controllo del dolore del travaglio e del parto

 In Quando usare l'ipnosi

Preparazione al parto e ipnosi

L’ipnosi rappresenta uno strumento utile per il controllo dei dolori durante il parto e travaglio. La preparazione al parto attraverso l’ipnosi consente alle future madri di alleviare il dolore potenziando le capacità di autocontrollo. L’ipnosi è una risorsa importante per limitare il ricorso all’epidurale, l’assunzione di analgesici. Inoltre, l’ipnosi consente di abbreviare la durata del travaglio stesso. Ciò è possibile spezzando la catena paura-ansia-dolore che normalmente si crea in questa fase e riducendo la sofferenza della donna.

La percezione del dolore in ipnosi

A partire da queste considerazioni, occorre precisare che l’ipnosi non annulla né sopprime i dolori del parto, bensì lo modula.Per saperne di più su come l’ipnosi agisce sul dolore, clicca qui. In questo modo, l’esperienza dolorosa è integrata nel vissuto della donna.  Restando comunque presente, la percezione del dolore continua a rappresentare una risorsa in grado di orientare e canalizzare le energie funzionali alla nascita del bambino. Mediante tale processo, la sensazione dolorosa giunge alla coscienza della partoriente e, tuttavia, lo stato alternato di coscienza della trance ipnotica consente alla donna una percezione attenuata e tollerabile. In un tale contesto, i tempi del travaglio risultano abbreviati poiché la tollerabilità dell’esperienza dolorosa fa sì che non vi siano interferenze con la dilatazione della muscolatura uterina in atto.

I benefici per il neonato

Questi benefici hanno anche un effetto positivo sulla salute del neonato alla nascita, rendendo l’esperienza più confortevole sia per la madre che per il piccolo. Inoltre, nella preparazione al parto, l’autoipnosi consente un potenziamento delle proprie capacità mentali e fisiche già nel corso della gravidanza. In questo modo, viene facilitata la percezione del feto, che costituisce la base per creazione del legame con il nascituro. L’autoipnosi permette infatti di controllare le emozioni e le sensazioni del corpo, anche quelle dolorose, e di raggiungere uno stato di grande benessere in una fase così importante nella vita di una donna.

Affidarsi all’ipnosi: i vissuti della partoriente

Raggiungere e mantenere il controllo di sé consente di sopportare meglio il dolore da contrazione nella fase del travaglio e del parto. Le tecniche impiegate non determinano in nessun caso la perdita di coscienza. La partoriente resta sempre vigile e consapevole di quanto accade dentro di lei e intorno a lei. Tuttavia, è in grado di mantenere uno stato generale di benessere, ed è in grado di sganciarsi  dall’ambiente quel tanto che basta per concentrarsi sulle proprie sensazioni interiori, sia fisiche che mentali. Da ciò deriva la possibilità di godere pienamente dell’esperienza della nascita, controllando la percezione del dolore per mezzo della trance ipnotica.

Ipnosi per i dolori del parto: come funziona

Generalmente il terapeuta guida la donna con la parola, invitandola a concentrarsi sul proprio corpo, sul respiro o su immagini mentali particolari, spesso scelte insieme in precedenza. Lo stato di ipnosi si ottiene in tempi generalmente brevi, entro pochi minuti. Facilitando il rapporto con il proprio corpo e le proprie emozioni, la partoriente si preparerà ad affrontare il momento della nascita in maniera più consapevole trovando dentro di sé le risorse, la forza, l’energia per vivere al meglio questo momento e renderlo meraviglioso.

L’ipnosi  rappresenta uno strumento per potenziare le proprie risorse e può essere applicato in molti ambiti della nostra vita, e divenire dunque un patrimonio stabile ed accessibile nei momenti di bisogno.

 

 

Dott.ssa Maria Novella Grimaldi
Dottoressa Maria Novella Grimaldi Da circa 20anni esperta di ipnosi strategica, ipnoterapia ericksoniana, ipnosi dinamica e regressiva. Laureata in Psicologia a indirizzo applicativo presso l’Università degli Studi di Roma “La Sapienza” e specializzata in Approccio Breve e Strategico. Da anni utilizzo quotidianamente questo approccio insieme all’ipnosi, durante il percorso terapeutico l’attenzione non viene posta sul passato ma sul presente e sul futuro. Questo tipo di intervento si avvale di tecniche specifiche tra cui ricordo il Training Autogeno, la desensibilizzazione sistematica, l’ipnosi etc. Oltre ad usare le tecniche di rilassamento e l’ipnosi in ambito clinico conduco presso l’Istituto per lo Studio Delle Psicoterapie corsi, riservati a medici e psicologi, per conduttori di Training Autogeno, Tecniche Ipnotiche e R.A.T. Mail: marianovellagrimaldi@gmail.com
Recommended Posts

Leave a Comment

Contact Us

We're not around right now. But you can send us an email and we'll get back to you, asap.

Not readable? Change text.

Start typing and press Enter to search